Visitare Pompei

Cosa vedere: visitare Pompei e Oplontis

Oplontis- Villa di Poppea

Per le tue vacanze hai scelto la Campania? Ottimo. Non hai ancora deciso dove soggiornare? Lo so, non è una scelta facile. Le mete turistiche di questa regione sono tra le più belle al mondo, ed è impossibile rimanere indifferenti di fronte a Capri, Ischia, Procida, Sorrento e la Costiera amalfitana.

E poi c’è Napoli con il suo gigante addormentato, il Vesuvio, che domina Pompei. Ovvero la città eterna con i suoi resti che non trovano mai riposo. Ecco, voglio lasciarti un piccolo consiglio: scegli Pompei e concediti un itinerario fuori porta a Oplontis.

Per raggiungere Oplonti basta affidarsi ad una delle tre stazioni dei treni che collegano Pompei e andare in direzione di Torre Annunziata, il nome attuale dell’antica Oplontis, sono solo pochi minuti di viaggio. La più vicina agli scavi di Oplonti è quella della Circumvesuviana. Se sei in auto da Pompei basta prendere l’autostrada A3/E45 in direzione di Napoli ed  uscire a Torre Annunziata Sud.

Visitare Pompei e Oplontis è un’esperienza che difficilmente dimenticherai. Avrai l’opportunità di ripercorrere secoli di storia, calpestando le antiche strade romane tra gli scavi, ammirando i sottili raggi del sole al tramonto accarezzare antiche ville decorate e affrescate, potrai perderti nella maestosità del Vulcano alzando lo sguardo, e allo stesso tempo godere del profumo dei fiori mentre passeggi.

Se le ore a tua disposizione sono poche la mattina concentrati sulle attrazioni principali di Pompei,  nel primo pomeriggio spostati ad Oplontis, e ricorda che l’ultimo ingresso è alle 18,00 da aprile ad ottobre e alle 15,30 nei mesi invernali. Non hai problemi di tempo? Perfetto, puoi dedicare buona parte della giornata a Pompei, visitando anche i monumenti limitrofi e scegliendo i percorsi meno battuti, potrai programmare per il giorno successivo la passeggiata agli Scavi di Oplontis acquistando il biglietto cumulativo al costo di € 15,00 (per i bambini è gratis) potrai, infatti, accedere a ben 3 siti archeologici per 2 giorni di seguito – Oplonti, Pompei e Boscoreale.

Ecco qualche consiglio utile da portare con te una volta arrivato in città. E per approfondire ecco un articolo con informazioni utili per arrivare e visitare Pompei.

Visitare Pompei

La magia di Pompei si ripete ogni giorno tra sacro e profano, se decidi di visitarla non puoi non vedere gli Scavi. Calcati da milioni di turisti ritornano a vivere nella loro maestosità senza tempo, e nemmeno puoi perderti la spiritualità che trasuda il Santuario della Vergine,  che accoglie folle di fedeli.

Gli Scavi si trovano nella parte antica della città, ti ho già parlato dei percorsi negli scavi di Pompei con alcuni dei siti più conosciuti: il Foro, l’Anfiteatro, la suggestiva Villa dei Misteri, la Casa del Fauno, il Teatro Grande e Piccolo. Ci sono altri luoghi da visitare nell’area archeologica forse meno famosi ma non per questo privi di fascino.

Casa della Venere in Conchiglia

Questa antica casa è famosa per l’affresco della dea Venere sulla parete a sud dell’edificio. Il dipinto è suddiviso in tre pannelli: nella parte destra è rappresentata una vasca con uccelli, a sinistra una statua di Marte.

Al centro c’è Venere. incorniciata in finestra che sembra aprirsi sul mare, la dea riposa su una conchiglia rosa chiaro, sospinta da due amorini. Venere era considerata la dea protettrice di Pompei. Prova a osservare il dipinto da lontano, Venere sembrerà essere davvero a pochi passi da te, beata in giardino e proprio fuori dalla finestra.

Le Lupanare

Questi edifici erano luoghi dedicati al piacere sessuale. A Pompei è rimasta traccia di due tenutari Victor e Africanus che prima dell’eruzione del 79 d. C. gestivano questi luoghi di perdizione. Erano frequentati dal popolo minuto, soprattutto da contadini. Le camere dove i clienti giacevano con le loro accompagnatrici sono affrescate con dipinti erotici dalla grande finezza artistica. Le pareti interne delle case sono decorate da numerose scritte che i clienti incidevano sulle pareti in attesa del proprio turno.

Casa del Giardino di Ercole o del Profumiere

Questa domus è circondata da un enorme giardino di circa 400 mq in cui venivano piantate essenze profumate utilizzate per creare profumi e unguenti. Le zone verdi sono state riqualificate e nuovamente coltivate. Si pensa infatti che l’abitazione fosse di proprietà di un profumiere.

Non è difficile immaginare i profumi ora intensi e ora delicati che il profumiere preparava per le affascinanti donne della città. Pare che si coltivassero rose, viole e  erbe profumate come timo, menta, basilico. Nell’area centrale è stato rinvenuto un altare dedicato al culto di Ercole che dà il nome alla casa.

Informazioni utili: dove dormire a Pompei.

Alla scoperta di Oplontis

Affreschi Oplontis

Affreschi Oplontis

Oplontis è vicina agli scavi di Pompei, il suo nome è la derivazione antica dell’attuale Torre Annunziata, e i suoi scavi archeologici si trovano proprio al centro della città. Fu anche essa travolta dalla lava del Vesuvio durante l’eruzione del 79 d. C. Le prime tracce della sua esistenza cominciarono a diffondersi nel Medioevo, Oplontis veniva indicata come una zona suburbana di Pompei e luogo prediletto per il riposo.

Cosa c’è da vedere in questa piccola città antica preservata dalle ceneri del Vesuvio, e giunta a noi ancora intatta?

Tra i ritrovamenti archeologici troviamo: Villa di Poppea; una villa rustica attribuita a L. Crassius Tertius dove sono stati scoperti corpi ancora integri, intenti nelle attività quotidiane, e monete in oro e argento; una struttura termale sotto le attuali Terme Nunziante. L’unico sito visitabile è la Villa di Poppea, vieni a scoprirla.

Villa di Poppea

Costruita intorno al I secolo a.C. è l’unico monumento visitabile dell’antica Oplonti. Definita dall’UNESCO patrimonio dell’umanità, è una villa residenziale e faceva parte del patrimonio imperiale, infatti sia l’architettura che gli affreschi sono entrambi in stile reale, e ben si sposano con le geometrie create da pareti e colonne. La parte occidentale è visitabile, ma deve ancora essere portata completamente alla luce, mentre la parte orientale è già visitabile quasi per intero.

Al momento dell’eruzione era in fase di restauro e disabitata, forse danneggiata dai numerosi terremoti che caratterizzavano la zona a quei tempi. Sembra appartenesse a Poppea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone.
La bellezza di questa Villa, oltre alla sua eccezionale dimensione e complessità strutturale, è da attribuire alla presenza di meravigliosi affreschi parietali quasi perfettamente intatti, come la famosa Cassata di Oplontis, un dolce che adorna le pareti del triclinium che ricorda la cassata siciliana e che probabilmente era fatta di marzapane e frutta secca; il famoso cestino con i fichi, le colonne dorate, gli amorini, la raffigurazione delle stagioni e molto altro.

Hai bisogno di qualche informazione?

Questi sono gli itinerari utili per visitare Pompei e Oplontis. Se hai bisogno di qualche informazione o approfondimento puoi usare i commenti: lascia le tue domande, siamo qui per aiutarti. oppure puoi scaricare il tourist kit gratuito, la nostra Guida di Pompei.

4 Comments

  • Buongiorno,

    Ho letto tutto il vostro interessante sito e ho anche scaricato la vostra miniguida, ma vorrei chiedervi un consiglio, poiché è la prima volta che visito la zona.
    Io e mia moglie siamo due appassionati di storia e archeologia e, finalmente, riusciamo a prenderci del tempo per visitare Pompei ed Ercolano. Arriveremmo a Pompei verso le 17 del 9 settembre (sabato), orario che mi pare scomodo per cominciare qualsiasi visita. Ripartiremo molto presto la mattina di martedì 12, quindi avremo domenica e lunedì da dedicare completamente all’archeologia.

    Ma… che cosa possiamo realmente riuscire a vedere? E’ possibile in qualche modo visitare tutti i siti del biglietto cumulativo, in due giorni pieni, oppure no? Ovviamente, Pompei ed Ercolano sono visite obbligate. Ma gli altri? Se per questione di tempo si fosse costretti a scegliere, che cosa è meglio vedere e che cosa rimandare a un’altra volta?

    Vi ringrazio moltissimo per l’attenzione e la risposta.
    Buona giornata!

    • Ciao Giorgio,
      grazie mille per i complimenti al nostro sito. Ci lavoriamo con tanta passione!
      Sono felice che verrai a visitare il mio territorio. Sarà una bellissima esperienza, te lo assicuro.
      Cerco di darti un pò di indicazioni utili per l’organizzazione della tua visita.
      Innanzitutto il sito archeologico di Pompei richiederebbe un bel pò di tempo per scoprire i numerosi monumenti e angoli di storia. Io credo che non basterebbe una settimana per visitarla bene e approfonditamente.
      Purtroppo la maggior parte dei visitatori dedicano una visita di una mezza giornata appena sufficiente per un tour molto superficiale anche se meglio di niente! La soluzione migliore quando si ha poco tempo è di affidarsi ad una guida autorizzata che anche se in poco tempo (di solito un paio d’ore) riesce ad accompagnarti per mano alla scoperta dei luoghi più significativi dandoti la possibilità di cogliere i molteplici aspetti riguardanti la storia e l’archeologia.
      Probabilmente per voi il discorso è un pò diverso perchè siete già appassionati e probabilmente avete approfondito autonomamente gli aspetti più interessanti e avete già individuato un percorso da seguire.
      In ogni caso ti consiglio di dedicare una giornata intera a Pompei e di godervela con tutta calma. Il secondo giorno che avere a disposizione potreste visitare Ercolano e Oplontis ma non credo riuscirete a fare di più.
      Soprattutto perchè devi considerare gli spostamenti. Non so se siete in auto o con il treno. Per entrambi i siti è molto comodo raggiungerli con il treno locale della Circumvesuviana da Pompei.
      Forse potreste aggiurgerci Boscoreale che con la nuova stazione di Villa Regina è più semplice arrivarci con i mezzi.
      Ti informo che da qualche mese il biglietto cumulativo non comprende più i 5 siti. Ora che siamo a fine agosto 2017 puoi acquistare il biglietto cumulativo per 3 giorni che comprende Pompei, Oplonti e Boscoreale a € 14 per gli adulti. Ercolano invece ha un costo di € 11 e va acquistato a parte. Ad aprile 2018 i prezzi aumenteranno.
      Spero di esserti stata utile.
      A presto
      Maria

      • Ciao, Maria

        Ti ringrazio moltissimo per la risposta, precisa e addirittura velocissima. Ancora complimenti per il vostro sito e ti do perfettamente ragione: ci vorrebbe davvero un sacco di tempo per visitare davvero bene Pompei. Purtroppo, si prende quel che si può, ma non vuol mica dire che non si possa tornare!

        Intanto, le tue informazioni sono molto preziose. Siamo con il treno, pensavamo appunto di spostarci con la Circumvesuviana e di tenere assolutamente il primo dei due giorni solo ed esclusivamente per Pompei. E il giorno dopo, dopo Ercolano, punteremo con sicurezza verso Oplonti. Boscoreale… se ce la facciamo e capiamo come arrivarci in tempo, ben venga. Ma già così va bene. Il resto alla prossima puntata.

        Grazie ancora di tutto!

        • Ciao Giorgio,
          mi fa piacere che le mie informazioni ti sono utili e sono anche sicura che l’ebook che hai acquistato possa esserti prezioso per organizzare al meglio la visita negli Scavi di Pompei soprattutto se hai poco tempo.
          Voglio precisarti anche qui che il biglietto cumulativo è cambiato. Ad oggi è possibile visitare Pompei, Oplonti e Boscoreale in 3 giorni con un solo ingresso per sito al costo di € 14,00 per gli adulti. L’ingresso ad Ercolano ha invece un costo di € 11,00. Questi sono i prezzi validi fino all’inizio del 2018, infatti è già stato annunciato l’aumento dei prezzi dal 1 aprile 2018.
          Consiglio sempre di acquistare i biglietti online per evitare la fila ma in questo momento non è possibile acquistare online i biglietti cumulativi.
          Mi raccomando se decidi di acquistare il biglietto online non dimenticare di stamparlo e portarlo con te, dovrai esibirlo all’ingresso.
          Ecco il link della biglietteria online >> http://bit.ly/TICKETPOMPEIonline
          Se hai bisogno di altre info per la tua visita contattami all’indirizzo email riservato a chi ha acquistato il mio ebook “Pompei, cosa vedere in un giorno. Guida pratica per viaggiatori fai da te”.
          A presto e Buona Visita!

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vademecum Pompei banner

PRIMA DI ANDARE VIA, PRENDI IL TUO REGALO!

EBook: Vademecum del Turista Perfetto per Pompei
L'indispensabile raccolta di informazioni e suggerimenti che DEVI sapere per organizzare la tua visita agli Scavi di Pompei

Riceverai tra poco una mail con il tuo omaggio.

 Se non ricevi la mail entro 10 minuti controlla nella cartella SPAM o PROMOZIONI del tuo account di posta.