Vesuvio

Visite Vesuvio: Guida definitiva per visitare il cratere del Vulcano

Visite Vesuvio: guida definitiva per visitare il vulcano

Dovunque sono andato nel mondo ho visto che c’era bisogno di un poco di Napoli. – Luciano De Crescenzo

Oggi sono molte le visite al Vesuvio e poche le informazioni in rete che forniscono le indicazioni giuste per organizzare l’escursione al cratere del Vesuvio, per questo ho voluto raccogliere in una guida definitiva tutte le risposte alle domande più frequenti e fornirti così le corrette spiegazioni per vivere questa avventura senza sorprese. Se hai altre richieste o vuoi raccontare la tua esperienza, scrivimi nei commenti, aiuteremo altri utenti con tanti utili consigli.

Molti sono i personaggi noti del mondo del cinema, della letteratura e dello spettacolo che dopo aver visitato la celebre zona ombreggiata dal Vesuvio ne sono rimasti colpiti. Alle falde del Vulcano si aprono mondi unici e dalle peculiarità differenziate, quasi fosse il centro di un fulcro d’arte e cultura: archeologia, paesaggi naturalistici, risorse enogastronomiche, aspetti culturali e magia, quella magia che ti porti dietro dopo un viaggio. Ognuna di queste risorse però sorge alle falde di una bellezza maestosa e imponente, una sorta di doppia moneta che oscilla tra la facciata della meraviglia naturale e quella della forza distruttrice. Al Re indiscusso del golfo di Napoli si deve l’origine e la continuità storica del fascino turistico.  Il Vesuvio rappresenta ad oggi l’unico vulcano attivo dell’Europa Continentale ed il più studiato dai ricercatori del settore. Alto circa 1,200 metri, ha assunto nel corso degli anni la tipica forma a “recinto” dominata dalla struttura a gran cono.

Quando visitare il Vesuvio?

E’ possibile visitare il Vesuvio durante tutto l’anno ma è preferibile evitare il periodo invernale in cui, a causa delle condizioni metereologiche poco favorevoli, spesso viene chiuso l’accesso. Ti consiglio allora di programmare questa avventura in primavera o in autunno quando potrai godere a pieno del paesaggio panoramico che, come un ammaliante dipinto, assume colori e sfumature tipiche della stagione.
Nelle Visite al Vesuvio, l’escursione più richiesta dai turisti è il percorso verso il cratere e quindi l’arrivo al Gran Cono del Vesuvio, non è un’escursione particolarmente faticosa, è adatta a tutti e non richiede preparazione di trekking. Se invece ti interessa visitare il Vesuvio da altre angolazioni, godere dei panorami e della flora e della fauna del Parco Nazionale del Vesuvio puoi scegliere altre escursioni che richiedono più tempo a disposizione e sicuramente più allenamento nel trekking in montagna.

Gli orari per le visite Vesuvio sono dalle 9 del mattino alle 17 nei mesi di aprile, maggio, giugno e settembre;  la chiusura è anticipata alle 16 nel mesi di marzo e ottobre mentre a luglio e agosto l’ultimo ingresso è consentito alle 18. Nei mesi invernali si potrà visitare il Vesuvio fino alle 15.
Prima di organizzare la tua visita, ti consiglio di controlla il meteo perchè in caso di maltempo, la protezione civile potrebbe decidere di chiudere l’accesso al percorso e lo scoprirai solo una volta raggiunta la biglietteria.
Inoltre, ti consiglio di organizzare l’escursione presto al mattino, per evitare le ore più calde della giornata. Qui il sole picchia forte nelle stagioni calde e anche in primavera, ed è meglio non correre il rischio inutile di malori per rovinarti la vacanza. Completando così la tua visita entro l’ora di pranzo, potresti raggiungere Pompei, fermarti in qualche ristorantino e poi proseguire per la visita agli Scavi di Pompei.

Quanto tempo occorre per visitare il Vesuvio e cosa portare ?

Potrai raggiungere il Vesuvio in diversi modi e nel prossimo paragrafo ti fornirò tutti i consigli utili, metti in programma almeno un’ora per raggiungere da Napoli o da Pompei, con auto o con i mezzi pubblici, la biglietteria per l’ingresso.  La visita che ti porterà al cratere del Vesuvio ha una durata di circa 120 minuti, ma ovviamente come ogni percorso di trekking la tempistica dipende dall’andatura, dall’attenzione rivolta ai particolari naturalistici e da quanto tempo vorrai soffermarti in cima.

Quindi in conclusione per visitare il Vesuvio programma almeno 4 ore, che comprendono il viaggio andata e ritorno da Napoli e l’escursione a piedi.

Prima di iniziare questa avventura, ti consiglio di provvedere al giusto equipaggiamento: scarpe da ginnastica o trekking, cappellino, occhiali da sole, acqua e magari un bastone che ti accompagni nel percorso. Se la giornata è ventosa, indossa una giacca a vento per ripararti su in cima, dove il vento può essere ancora più fastidioso. Ovviamente non dimenticare lo smartphone o la macchina fotografica per immortalare i panorami mozzafiato che ti aspettano.
All’ingresso dell’escursione e lungo il percorso ci sono dei chioschetti e dei bar dove potrai rifocillarti o acquistare un souvenir. I prezzi sono moderati e potrai usufruire, in caso di bisogno, dei bagni, anche se spesso la fila per entrare è molto lunga. Da sapere: non ci sono i bagni pubblici.
Il mio consiglio è di procurarti prima, e, da portare nello zaino, qualcosa da stuzzicare o una merenda da consumare nel caso avessi un languorino. Ci sono lungo il percorso delle piccole aree picnic dove potrai sostare per qualche minuto.

L’escursione al Cratere del Vesuvio è adatta a tutti?

Spesso mi arrivano email e richieste di informazioni con questa domanda. La risposta è Si!!! L’escursione al Cratere è adatta a tutti: bambini, persone anziane, disabili e persino cani e gatti, accompagnati a guinzaglio dai padroni ovviamente! E’ sconsigliata solo alle persone con gravi problemi respiratori o cardiovascolari.

Non ti dirò che sarà una semplice passeggiata, come ogni percorso di trekking la fatica potrà farsi sentire, ma ti assicuro che i panorami che incontrerai, i colori della flora, la vita spensierata della fauna e gli odori caratteristici ti doneranno quella spinta giusta verso la vetta.

Come già ti ho accennato, il percorso non è complicato, il sentiero da percorrere ha una lunghezza complessiva di 3.807 metri andata e ritorno, il dislivello è di circa 140 metri, la pendenza media del percorso è del 14% e la quota massima che si raggiungerà è di 1.170 metri dal livello del mare. Dalla biglietteria a quota 1.050 mt, che avrai raggiunto con la navetta o con l’autobus, dovrai percorrere un paio di tornanti e una lunga salita che ti porteranno in cima al “Paradiso” in meno di ora, se procedi con tutta calma.

All’ingresso potrai prendere in prestito un bastone, che potrà agevolarti nella salita e restituirlo al ritorno, lasciando una piccola mancia.
Se hai bambini piccoli che accompagni con il passeggino, dovrai lasciarlo all’ingresso, in un’area apposita e recuperarlo al ritorno.
L’unico consiglio che voglio lasciarti è di indossare scarpe adatte in quanto il terreno è molto sdrucciolevole e se utilizzi scarpe con suole lisce dovrai fare molta attenzione a non scivolare, ma in questo caso un bastone potrà sicuramente esserti utile. All’uscita, potrai pulirti le calzature dal terriccio, utilizzando delle spazzole messe a disposizione per i turisti (ricordati di lasciare qualche monetina per il servizio offerto).
Anche per i disabili in carrozzina è possibile visitare il Vesuvio, certo sarà un pò più faticoso per l’accompagnatore ma ne sarà valsa la pena!

Se hai la pancia e sei proprio fuori allenamento, non demordere, non rinunciare a questa bellissima avventura, basterà procedere più lentamente e fermarti ogni qualvolta ti sentirai stanco. E quando sarai lì in cima a godere del panorama mozzafiato sul Golfo di Napoli e riuscirai quasi a toccare il cielo con un dito, ogni sforzo sarà ripagato!

Se questo articolo ti piace e ti è utile, puoi ripagare i miei sforzi, ti basta fare click su Mi Piace (sempre che tu non l’abbia già fatto).
Io non potrò che esserti GRATA ed essere felice del tuo apprezzamento.

Come arrivare al Vesuvio?

E’ possibile raggiungere il Vesuvio sia con mezzi propri, che con mezzi pubblici o con il comodo TramVia del Vesuvio. Se arrivi in auto, raggiungere il piazzale dove ha inizio il percorso è semplicissimo: dall’Autostrada A3 prendi l’uscita Torre Del Greco e segui le indicazioni.  Arrivato a quota 800 mt dovrai parcheggiare l’auto; il costo del parcheggio, non custodito, è di  € 5,00 per tutta la giornata e il servizio navetta al costo di € 2 andata e ritorno ti porterà fino alla biglietteria, per i bambini la navetta è gratis. Se arrivi negli orari di punta, potresti trovare il primo parcheggio disponibile molto lontano e quindi dover percorrere un tratto a piedi per raggiungere il punto di raccolta della navetta.
Potrai anche decidere di non usufruire del servizio navetta per raggiungere l’ingresso al Cratere ma la salita è abbastanza faticosa per cui ti consiglio di conservare le energie per l’escursione verso il cratere.
Se vuoi arrivare al Vesuvio con i mezzi pubblici, ti consiglio di arrivare a Pompei e da lì proseguire con il Tramvia il cui costo è di € 10,00 per i bambini e € 15,00 per gli adulti con biglietto di andata e ritorno. L’autobus ti lascerà direttamente al piazzale Superiore, a quota 1.000 dove troverai la biglietteria e l’ingresso all’escursione.

Che l’escursione al Vesuvio abbia inizio…

Biglietteria Visita al cratere del VesuvioGiunti al Piazzale Superiore, sito a circa 1050 metri d’altitudine, la nostra escursione tra i sentieri del Vesuvio ha inizio. Qui potrai acquistare il biglietto di ingresso il cui costo è di € 10,00 comprensivo della guida alpina che ti condurrà tra i sentieri magici della natura o ti aspetterà al cratere per fornirti molte informazioni interessati sulle caratteristiche del vulcano, la sua storia e le eruzioni che lo hanno reso celebre e molto temuto.
L’ingresso è gratuito per i bambini con altezza inferiore ai 120 cm accompagnati da adulti, agli invalidi al 100% con accompagnatore, al docente accompagnatore per ogni 25 alunni. E’ previsto, invece, l’ingresso ridotto ad € 8 per le scolaresche e per i residenti nei 13 comuni del Parco Nazionale del Vesuvio.
Da Sapere: è consigliabile premunirsi di contanti per pagare il biglietto d’ingresso perchè spesso il pagamento tramite bancomat o carte non è disponibile.
Dalla biglietteria potrai raggiungere l’ingresso al percorso dopo un breve tratto in salita di circa 200 mt.
Durante la salita, ammirerai ad ogni passo la maestosità del luogo; ad attenderci fin dalle prime vedute di un terrazzo naturale vi sarà il vecchio cratere del Somma, le “sculture” definite dall’eruzione del 1944, il Golfo di Napoli e le meraviglie di un panorama unico al mondo. Continuando la salita avremo poi la vista sul punto più alto del Vulcano, un panorama a 360° sulle isole campane, gli scavi e l’Appennino molisano-abbruzzese.

L’apice della bellezza…

Raggiungendo la vetta è possibile osservare varie fumarole, monitorate costantemente dall’Osservatorio Vesuviano, il più antico osservatorio vulcanologico al mondo, fondato dal re delle Due Sicilie Ferdinando II di Borbone. Durante la salita è possibile anche ammirare la dinamicità nei colori e nelle caratteristiche della flora, infatti passerai dal verde intenso di una vegetazione fitta al terreno arido e rossastro della vetta.
Tuttavia, in seguito al naturale processo d’adattamento tipico delle piante, non è raro incontrare felci tipiche delle zone tropicali che sono riuscite a sopravvivere grazie all’umidità rilasciata dalle fumarole.
Infine ad attenderti ci sarà la celebre bocca di un vulcano che arde in un territorio dove il calore è la componente principale di un territorio, delle sue tradizioni e delle sue bellezze.

Quanto costa l’escursione al Vesuvio?

L’ultima domanda che mi viene fatta spesso riguarda i costi per organizzare le visite al Vesuvio e quindi faccio per te un breve riassunto per darti un’indicazione del budget per questa escursione. Lascia che ti spieghi….
Per raggiungere il cratere da Napoli, se viaggi in auto consideriamo tra i costi dell’autostrada e il carburante circa € 10, aggiungi il parcheggio e la navetta, il costo totale per il viaggio se siete 2 adulti è di € 19,00; con il biglietto d’ingresso arriviamo ad una spesa media di € 39,00, quindi circa € 18,00 a persona.
Se scegli l’autobus il ticket per adulti è di € 15 andata e ritorno, non avrai altri costi se non il biglietto d’ingresso, quindi in questo caso, il costo a persona è di € 25,00.
Sono certa che acquisterai qualche piccolo ricordino dell’avventura e quindi aggiungi al budget almeno altri 10€.

Siamo arrivati alla fine, ti ho dato tutti i consigli che penso possano esserti utili,  non mi resta che augurare Buona escursione, amici!

Aspetto le tue bellissime foto dalla cima del Vesuvio, pubblicale su instagram e tagga @pompeiitaly con hashtag #vesuviogram e #pompeiitaly

Se questo articolo ti è piaciuto, aiutami a diffonderlo, a te non costa nulla e aiuteremo altri viaggiatori.

2 Commenti

  • Salve, vorrei fare una escursione sul vesuvio. Volevo sapere se è possibile portare un drone al seguito per poter scattare delle foto. grazie

    • Ciao Antonio,
      Non credo ci siano divieti se non quelli riguardanti l’uso del drone in luoghi affollati. Se riesci a reperire questa informazione con precisione, fammi sapere può essere utile per altri visitatori. E sai riesci a fare qualche bella foto, inviamela pure sarò felice di pubblicarla sul nostro blog o su instagram

Hai bisogno di Informazioni o vuoi lasciare la tua opinione?

Vademecum Pompei banner

PRIMA DI ANDARE VIA, PRENDI IL TUO REGALO!

EBook: Vademecum del Turista Perfetto per Pompei
L'indispensabile raccolta di informazioni e suggerimenti che DEVI sapere per organizzare la tua visita agli Scavi di Pompei

Riceverai tra poco una mail con il tuo omaggio.

 Se non ricevi la mail entro 10 minuti controlla nella cartella SPAM o PROMOZIONI del tuo account di posta.