Scavi di Pompei

La casa del Fauno danzante a Pompei

Casa del Fauno
Written by Ilaria

Passeggiando per Pompei abbiamo avuto modo di guardarci intorno e farci un’idea della tipica domus pompeiana: pianta rettangolare, nessuna finestra, atrio con impluvium e compluvium, peristilio con giardino e tanti affreschi. Ognuna di queste presenta le sue peculiarità, ognuna con un particolare dettaglio che le rende degna di nota, che da una piccola testimonianza, che regala un pezzettino di storia ….

Tra le più belle e sfarzose delle domus pompeiane spicca sicuramente la Casa del Fauno.

“Ave!”

[cml_media_alt id='4962']Mosaico ingresso[/cml_media_alt]

Mosaico ingresso

Appena entrati nella casa, ad accoglierci troviamo un mosaico con la scritta HAVE in tessere multicolore. Sicuramente questo voleva essere un saluto augurale e cordiale all’ospite in procinto di varcare la soglia, ma, molto più probabilmente, era un modo per ostentare la cultura del proprietario della dimora – in quel periodo, infatti, a Pompeii si parlava ancora la lingua osca, per cui essere conoscitore del latino implicava un’estrazione culturale ben alta. Non è l’unico indizio a tal proposito che troviamo nella casa del Fauno.  La stessa scelta di avere tanti spazi ampi, peristili ed atri, e pochi spazi abitativi e servili la dice lunga sulla volontà del proprietario di ostentare la propria ricchezza. Non si conosce con esattezza la sua identità, ma secondo delle iscrizioni ritrovate su una cornice in tufo dove probabilmente vi era una statua, pare si tratti di un appartenente alla famiglia dei Satrii o dei Cassii.

La struttura della Casa del Fauno

[cml_media_alt id='4964']Planimetria di Pompei - a Nord-Ovest la Regio VI[/cml_media_alt]

Planimetria di Pompei – ad Ovest la Regio VI

Costruita nel II secolo e poi ampliata in quello successivo, la Casa del Fauno è tra le più belle ma soprattutto ampie dimore di Pompei. La sua superficie copre 2970 metri quadrati, occupando così gran parte della Regio VI della Insula 12. Insomma, se  pensiamo che digitando su google “Casa 2970 metri quadrati” abbiamo come risultato ” Casa di lusso in vendita”, possiamo farci un’idea di quanto potesse essere “importante” all’epoca una villa di tali dimensioni.

 

Entrando per il porticato in pietra di tufo si arriva nel vestibolo.Il pavimento è decorato con un raffinato  opus sectile, con triangoli in marmo e pietra calcarea. Si accede poi all’atrio dove al centro è posto l’impluvium – che qui è realizzato in travertino e non in tufo, com’era consueto – all’interno del quale fu ritrovato un satiro danzante.

Pianta della casa del fauno

[cml_media_alt id='4971']Battle_of_Issus_MAN_Napoli_Inv10020_n03[/cml_media_alt]L’edificio ha due giardini con peristilio e dueatri, finemente decorati con affreschi in primo stile. I pavimenti son degli stupendi mosaici, tra cui famosissimo quello dell’esedra che raffigura la battaglia tra Dario e Alessandro (ora custodito al Museo Archeologico Nazionale di Napoli ). Il mosaico misura m 3,20 x 5,50 ed è un capolavoro composto da circa un milione e mezzo di tessere ed è la riproduzione di un dipinto del pittore ellenico Filosseno di Eretria. 

Il mosaico fu commissionato perché probabilmente il proprietario era in qualche modo legato ai macedoni, o ,secondo altre speculazioni, voleva solo essere un’altra dimostrazione della grandezza del padrone della dimora.

 Il Fauno danzante

A dare il nome alla dimora è una statuetta di bronzo ritrovata al centro dell’impluvium. La statua è la rappresentazione di un fauno danzante, una divinità della natura corrispondente al satiro della cultura greca. L’originale si trova ora al Museo di Napoli mentre lì è stata posta la riproduzione esatta. Se vi capita di passeggiare per Pompei città non potrete fare a meno di notare che tutti i negozietti dei ricordi, le tipiche “bancarelle”, son piene zeppe di statuette di quel satiro, che è uno dei simboli più iconici della Pompei antica, in tutte le misure e materiali: c’è veramente solo da scegliere!

 

 

Fonte immagini: google images

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vademecum Pompei banner

PRIMA DI ANDARE VIA, PRENDI IL TUO REGALO!

EBook: Vademecum del Turista Perfetto per Pompei
L'indispensabile raccolta di informazioni e suggerimenti che DEVI sapere per organizzare la tua visita agli Scavi di Pompei

Riceverai tra poco una mail con il tuo omaggio.

 Se non ricevi la mail entro 10 minuti controlla nella cartella SPAM o PROMOZIONI del tuo account di posta.