Eventi

TeatroLab 2015, regalati un’ora di sogno!

Alessandra Sorrentino Ballerina Pompei
Written by Maria

Anche quest’anno l’associazione PompeiLab arricchisce l’estate pompeiana con il progetto “TeatroLab“, rassegna teatrale e musicale che porta in scena spettacoli di grande spessore dando l’opportunità a realtà teatrali del territorio vesuviano di calcare il palcoscenico di Pompei e che riunisce anche talenti da più parti del Sud Italia.

I direttori artistici Enrico Vicinanza e Adelaide Oliano hanno lavorato con grande passione e professionalità per proporre dei momenti di svago, divertimento ma anche di cultura per l’arte.

La rassegna, cominciata a Maggio, ha proposto in un primo appuntamento una serata di corti teatrali molto interessanti, 3  minispettacoli da 20 minuti tutti vincitori in edizioni diverse del Concorso “La Corte della formica” del Bellini di Napoli con attori come Ciro Zangaro, Fabio Balsamo e Roberto Ingenito. Il secondo appuntamento, “Ci Vediamo da Bice” dell’autrice stabiese Camilla Scala ha portato in scena un divertentissimo spettacolo sul tema attualissimo delle coppie di fatto, con due artisti affermati, Michele Amalfi e Michele Di Nocera, quest’ultimo primo attore del commediografo stabiese Annibale Ruccello.

L’11 luglio ci sarà “Pinocchio per caso” di Viviana Miele, con Gaetano Battista, Annachiara Sansone e Daniela Montella. E’ uno spettacolo trasversale adatto a tutti i tipi di pubblico e ha debuttato il 28 aprile al Bellini di Napoli registrando il tutto esaurito.
Il 17 luglio si conclude la rassegna con “Affari Illegali di Famiglia“, con attrice protagonista Rosaria De Cicco, una donna eccezionale, amatissima dal pubblico e attiva in tantissime attività sociali e a tutela delle donne.

Incontro al PompeiLab, dopo una serata di prove, il direttore artistico Enrico Vicinanza nonchè regista dello spettacolo inedito  “Alle nozze, ai balli, ai canti!” di produzione PompeiLab che debutterà sabato 13 giugno.

TeatroLab 2015 - Enrico VicinanzaQuesto spettacolo è un progetto ambizioso, racconta Enrico Vicinanza, che vede avvicendarsi e condividere il palcoscenico, talenti di matrice ed estrazione formativa e culturale diversa; mette insieme le diverse arti come il canto, la danza e il teatro che esaltano il repertorio di capolavori della musica barocca e della canzonetta napoletana, genere musicale di epoca rinascimentale che faceva riferimento alla città di Napoli in cui è nato ma che si è esteso e sviluppato con enorme successo in tutta Europa.

Lo spettacolo è nato dalla collaborazione del Laboratorio Turchini e vede protagonisti i suoi 4 cantanti, i soprani Maddalena Pappalardo e Angela Luglio, il tenore Fabio Anti e appunto Enrico Vicinanza nella sua vocalità naturale di controtenore. La selezione musicale è a cura del Maestro Antonio Florio,  direttore d’orchestra di fama mondiale e Pino de Vittorio, voce storica e pietra miliare della musica barocca e popolare.
L‘orchestra sarà composta da musicisti di elevato spessore e talenti dei più importanti conservatori del sud Italia, come il clavicembalista Francesco Aliberti, del conservatorio di San Pietro a Majella e direttore di coro del teatro Giuseppe Verdi di Salerno che suonerà uno strumento bellissimo, un clavicembalo del 700 alto 2 metri e mezzo; al flauto Domenico Passarelli, allievo di Tommaso Rossi del conservatorio di Cosenza e infine Paola La Forgia, alla viola da gamba, del conservatorio di Bari.

Adelaide Oliano e Mario Riccardi sono i 2 attori professionisti, continua Enrico Vicinanza, mentre abbiamo dato l’opportunità a 2 dilettanti nel ruolo di figuranti, forze interne al PompeiLab, di condividere la scena con maestri e artisti importanti, e questa è stata la mia prima grande soddisfazione per questo progetto. Un’altra gran bella collaborazione, nata in seno a questo progetto, è con un’artista pompeiana, Alessandra Sorrentino, che ho scelto per rappresentare l’arte della danza. Per questo spettacolo, non ho chiesto una ballerina ma un’attrice, perchè sono dell’opinione che un vero artista sul palcoscenico deve essere un pò tutto, deve essere un giocoliere, un funambolo a servizio dell’arte. Alessandra è un’artista eclettica, sempre curiosa e con voglia di ricerca in tutto ciò che riguarda le varie forme espressive del corpo, adatta al ruolo di questo spettacolo che saprà sicuramente farsi notare.

Una figura di rilievo tra i giovani talenti di questa città, Alessandra Sorrentino ha una grande formazione classica e contemporanea, ha studiato al San Carlo e trovato la sua reale vocazione tecnica all’Harmony di Napoli diretta dal famoso Maestro Arnaldo Angelini,  dove si è diplomata con grande impegno e dedizione nel 2012. Numerose le esperienze che l’hanno vista protagonista, ricordiamo la sua partecipazione ad Amici Casting su Real Time.

Lo spettacolo durerà 1 ora e un quarto e vuole raccontare l’occasione del matrimonio in cui le arti nel giorno di festa si incontrano per fondersi in un’atmosfera rarefatta. Il filo conduttore è il racconto di una Napoli che è stata regina nel mondo e che ha espresso grandi autori come Lorenzo il Magnifico e Filippo Sgruttendio de Scafato.
Vogliamo regalare un’ora in cui il pubblico ascolta melodie dimenticate, ascolta dei testi con una lingua ostica, difficile da comprendere, ma in questo spettacolo non importa capire le parole, vogliamo creare un’energia sinergica tra il pubblico e gli artisti.

Cosa vuoi trasmettere con questo spettacolo?

Voglio trasmettere poesia, il sogno, voglio indurre il pubblico a regalarsi un’ora di sogno, dove non c’è tempo e non c’è spazio. Il mio invito, quindi, è quello di venire allo spettacolo “Alle nozze, ai balli, ai canti!” con la voglia di ascoltare bella musica e belle voci, di sognare e dare soddisfazione a questo lavoro collettivo che ha richiesto un importante impegno per me, per il gruppo di artisti e per questa associazione che ha sostenuto il nostro lavoro.

Il complimento più bello che vorresti ricevere?

Vorrei gli applausi e sentirmi dire “che bella cosa che avete fatto“. Non è facile condividere la scena tra artisti di questo calibro e soprattutto arrivare all’essenza della gestualità, togliendo e pulendo il superfluo. In ogni caso, sono pronto a tutto perchè amo quello che faccio, e il mio obiettivo è un punto altissimo.

Ringrazio Enrico Vicinanza che mi ha dato l’opportunità di presentare questo lavoro e vi invito a partecipare sabato 13 giugno 2015 alle 21,30, allo spettacolo Alle nozze, ai balli, ai canti! villanelle, moresche e canzonette napolitane.

Noi ci saremo!!!

2 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vademecum Pompei banner

PRIMA DI ANDARE VIA, PRENDI IL TUO REGALO!

EBook: Vademecum del Turista Perfetto per Pompei
L'indispensabile raccolta di informazioni e suggerimenti che DEVI sapere per organizzare la tua visita agli Scavi di Pompei

Riceverai tra poco una mail con il tuo omaggio.

 Se non ricevi la mail entro 10 minuti controlla nella cartella SPAM o PROMOZIONI del tuo account di posta.