Life Style

na jurnata e sole a Pompei

Anche oggi a svegliarmi è stato il suono, lento e profondo, delle 8 campane del Santuario che, tipicamente, si diffonde in tutta la città, annunciando l’arrivo del nuovo giorno.

Il calendario dice che siamo in pieno autunno, ma come spesso accade, a dispetto di ogni legge della fisica, è il sole a girare intorno a Napoli e non vuole saperne di lasciar spazio ai fastidiosi agenti atmosferici di stagione. 

Sulla strada verso il lavoro, passeggiando per le vie del centro, mi sono imbattuta in un folto gruppo di turisti che si avviavano sorridenti all’ingresso degli  Scavi di Pompei.
Smartphone o reflex alla mano, scattavano foto con il cielo azzurro e la solita nuvoletta sul  Vesuvio a fare da sfondo. Qualcuno di loro intonava addirittura – con una pronuncia buffissima – il ritornello di “O sole mio”.
Scene di ordinaria amministrazione per un pompeiano, ma pur sempre divertenti!

Poco dopo, girato l’angolo di Via Roma, sono stata catapultata in un’atmosfera completamente diversa: numerosi pellegrini, muovendosi verso la piazza, pregavano insieme, sommessi.
Neanche questo doveva sorprendermi…
Ottobre è il mese del Santo Rosario e ogni giorno migliaia di persone rendono omaggio alla  Madonna di Pompei.
La carica spirituale dei pellegrini è così affascinante e coinvolgente che è impossibile rimanervi indifferenti!

A Pompei sacro e profano convivono nello stesso piccolo centro urbano e una mente aperta e sensibile, come quella di un viaggiatore, riesce a cogliere tutte le sfumature dell’anima di questa città.
Era già l’ora di “timbrare il cartellino” e dopo aver bevuto un ottimo caffè ristretto al mio bar di fiducia, ho cominciato a lavorare con il pensiero rivolto alla pausa pranzo. Non potevo sprecare una calda giornata di sole senza andare in spiaggia! D’altronde, bastano 10 minuti di auto per arrivare al mare da Pompei.
Detto, fatto.
Dopo una breve consultazione con i colleghi, nel break ci siamo armati di costume da bagno e siamo partiti alla volta della Penisola Sorrentina. Un tuffo ottobrino nel fantastico golfo di Napoli, una leggera tintarella e poi di nuovo in ufficio, col sorriso stampato sulle labbra e tanta voglia di fare.

Ad un certo punto, però, qualcosa mi ha fatto distogliere l’attenzione dalle scartoffie che stavo sbrigando: un improvviso silenzio era piombato su tutti noi, un po’ come se qualcuno avesse abbassato il volume della radio. Allora ho guardato fuori e mi sono resa conto che alcune “dannate nuvole” – per dirla alla Vasco –   avevano appena oscurato il sole.

È stata questione di attimi. E poi, di nuovo, una luce splendente e toni alti.

Il clima, lo insegna Montesquieu, influenza fortemente il carattere dei popoli e noi napoletani siamo radiosi, esuberanti, socievoli e chiassosi proprio grazie al nostro sole che ci rende diversi da tutti gli altri popoli.

Per concludere in bellezza questa fantastica jurnata e sole, dopo il lavoro, sono corsa a prepararmi per una spumeggiante serata fuori casa. Pompei offre numerose opportunità di svago per grandi e piccini, all’aperto o indoor: [cml_media_alt id='2981']La tua guida di Pompei[/cml_media_alt] ristoranti, pizzerie, bar, pub e locali con serate danzanti e musica dal vivo.
Ed io…ho solo l’imbarazzo della scelta!

 [cml_media_alt id='2981']favicon[/cml_media_alt]Che bella cosa na jurnata e sole…
Diario di una giornata di mezzo autunno a Pompei. 

 

 

 

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Vademecum Pompei banner

PRIMA DI ANDARE VIA, PRENDI IL TUO REGALO!

EBook: Vademecum del Turista Perfetto per Pompei
L'indispensabile raccolta di informazioni e suggerimenti che DEVI sapere per organizzare la tua visita agli Scavi di Pompei

Riceverai tra poco una mail con il tuo omaggio.

 Se non ricevi la mail entro 10 minuti controlla nella cartella SPAM o PROMOZIONI del tuo account di posta.